Dal sito Aphorism.it

Turlough O'Carolan, l'ultimo bardo d'Irlanda, il leggendario cantastorie, con la sua arpa e il suo fedele amico e aiutante, Phelan, viaggia per tutta l'isola verde, la sua amata patria Irlanda, fermandosi per paesi, castelli e città a rallegrare i cuori di chi è oppresso e le corti dei nobili.
Carolan, cieco fin dalla gioventù, si appoggia a Phelan, che, a sua volta, impara e cresce con gli insegnamenti del suo maestro.
E' raccontata come una fiaba la storia di questo personaggio, diventato un mito nel suo paese e nel mondo.
Attraverso uno scorcio sulla sua vita, l'autore ci racconta brevemente la storia di una terra, di un popolo oppresso, povero, ma pur sempre testardo, fiero e forte.
Ci racconta dei Celti, di San Patrizio, di leggende e fatti storici allo stesso tempo.
Quello irlandese, è un popolo combattente e positivo, la cui fede cattolica si sposa con le sue origini pagane.
Gente semplice, ma magica, che ha contribuito a fare dell'Irlanda, quello che è oggi: una tra le più belle isole del mondo.
Consigliato a chi ama l'Irlanda, ma anche a chi non c'è mai stato.


Fonte: Dal sito di Aphorism.it

Etichette: